NERO GIARDINI 4391 blu colorado scarpe uomo eleganti puntale inglese Blu

B01K26GRMQ

NERO GIARDINI 4391 blu colorado scarpe uomo eleganti puntale inglese Blu

NERO GIARDINI 4391 blu colorado scarpe uomo eleganti puntale inglese Blu
NERO GIARDINI 4391 blu colorado scarpe uomo eleganti puntale inglese Blu

Il vergognoso discorso di Tusk all’Onu sui migranti e l’ignavia dei leader europei

Scritto da  Nicola Vallinoto
 Pubblicato: 20 Settembre 2016

Fonte: un.org/ (Getty Image)

“Dovete sapere che oggi l’Unione europea ha un obiettivo molto chiaro: restaurare l’ordine ai suoi confini esterni”(1), così ha esordito perentoriamente Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, durante il primo summit delle Nazioni Unite dedicato a profughi e migranti(2). E continua: “Ci aspettiamo una riduzione dei flussi migratori verso l’UE. Non ci sarà la ripetizione del 2015 con più di un milione e mezzo di migranti irregolari”. Un discorso da vero statista europeo o piuttosto un discorso degno di un rappresentante dei paesi di Visegrad che al recente vertice di Bratislava hanno ripetuto che non intendono farsi carico della suddivisione dei migranti arrivati nel nostro continente tra tutti i 28 paesi UE? Sembra proprio che Tusk tenga a fare la parte dei paesi di Visegrad. Lui, d’altronde, è polacco.

L’obiettivo dell’UE dovrebbe essere quello di garantire il rispetto dei diritti umani nei confronti di tutti coloro che sono in pericolo e che cercano un rifugio nel nostro continente. Affermare che l’anno scorso abbiamo avuto un milione e mezzo di migranti “irregolari” è del tutto fuorviante e addirittura falso quando sappiamo che molti di loro sono richiedenti asilo e come tali devono essere accolti. Ha un bel coraggio Tusk ad affermare che "di fronte a un problema globale è necessaria una responsabilità condivisa dove nessuno sarà lasciato solo a gestire l’ondata migratoria". Quale esempio può dare l’UE in cui i 28 paesi hanno redistribuito, a distanza di mesi, solo qualche migliaio di profughi di fronte ai 160.000 previsti dal piano della Commissione europea? E che dire dei quattro paesi di Visegrad che non vogliono farsi carico né avere responsabilità in tal senso oppure dell’Ungheria che chiama il suo popolo a un referendum per accettare o meno il piano di redistribuzione.

Di fronte a tutto questo Tusk avrebbe fatto meglio a non intervenire. E se proprio doveva intervenire avrebbe dovuto dire: "se volete gestire i flussi migratori non prendete esempio dall’UE". Il discorso di Tusk impressiona perché non viene pronunciata una sola volta la parola diritto: diritto alla vita, diritto alla migrazione, diritto a trovare rifugio dalle guerre, diritto a ricongiungersi con la propria famiglia. Nel vocabolario di Tusk, che all’Onu rappresenta il Consiglio europeo e non la Polonia, non trova spazio la parola “diritto” bensì assurge a unico valore la parola “denaro” in cambio di “ambienti sicuri” lontani dagli occhi europei dove tenere i profughi in fuga dalla Siria. Tutto ciò è sintomatico del declino europeo. E per non farsi mancare nulla la cooperazione tra la UE e la Turchia in tema di profughi viene presentata da Tusk come un caposaldo della politica europea per le politiche migratorie. Un piano che è stato ritenuto illegale e bocciato da centinaia di associazioni e movimenti che si battono per i diritti di profughi e migranti(3).

Se quella presentata da Tusk alle Nazioni Unite è la politica europea nei confronti dei migranti possiamo star certi che l’UE è destinata a fallire miseramente e a implodere nel giro di pochi anni con il ritorno dei nazionalismi di tutte le risme che prenderanno il potere facendo gioco sulla paura degli europei e completeranno la disgregazione in corso. Di fronte a questo scenario come cittadini europei, organizzati e non, dobbiamo reagire proponendo un New Deal mediterraneo(4) e fermando questi leader che stanno distruggendo il sogno di un’Europa libera e unita. La recente foto dei tre leader di Germania, Francia e Italia davanti alla tomba di Altiero Spinelli fa molta rabbia perché alla prima occasione Renzi, Merkel e Hollande hanno dimostrato di non voler neanche lontanamente avvicinarsi allo spirito di Ventotene. Infatti a Bratislava si sono presentati divisi e senza una visione di lungo periodo. Preferiscono non costruire nulla per il futuro degli europei per paura di perdere le prossime elezioni nazionali. Con il risultato che così facendo le elezioni le perderanno sicuramente.

(1) Speech by President Donald Tusk at the UN summit for refugees and migrants, 19/09/2016
http://www.consilium.europa.eu/en/press/press-releases/2016/09/19-tusk-speech-at-un-summit-for-refugees-and-migrants

(2)  http://refugeesmigrants.un.org/

(3) Appello "Senza una politica migratoria umana ed un'Europa federale non c'è futuro"
http://europainmovimento.eu/mobilitazioni/appello-senza-una-politica-migratoria-umana-ed-un-europa-federale-non-c-e-futuro.html

(4) Da Ventotene a Lampedusa: un New deal e una cittadinanza comune del Mediterraneo
http://blog-micromega.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/10/06/nicola-vallinoto-da-ventotene-a-lampedusa-un-new-deal-e-una-cittadinanza-comune-del-mediterraneo/

Provate a pensare a quante volte prendete il vostro smartphone per scrivere o per leggere i messaggi che iniziano ad arrivare (o che iniziate a scrivere) a partire da quando vi svegliate sino alla conclusione della giornata. Noi abbiamo fatto un conteggio e abbiamo visto che tra Messenger, Telegram e ahimè anche Whatsapp riusciamo ad arrivare ad una  Slippers amp da uomo; Primavera Estate Comfort microfibra esterna casuale Tallone piano Walking Sandal sandali US95 / EU42 / UK85 / CN43
 In alcuni periodi di super lavoro arriviamo anche a 500. Tanti vero?

La nostra app preferita per scambiare messaggi tra amici e colleghi rimane comunque  Messenger di Facebook , facilmente accessibile da smartphone e da pc e dove possiamo contattare tutti i nostri amici di Facebook, creare gruppi, attivare (o silenziare) notifiche.

Rechtschreibung

Una monarchia commerciante

Marco Platania

Tra il XVII e il XVIII secolo la Francia fu una delle più influenti monarchie in Europa, e visse un capitolo importante della sua storia fuori del Vecchio Continente: precisamente nelle ‘Indie orientali’, ossia i mari e le terre compresi tra il Madagascar, la penisola Indiana e quella indonesiana. Intellettuali, politici e amministratori di...
Leggi »

Sternzeichen

Per la storia della tradizione degli Epigrammata Bobiensia

Orazio Portuese

Identificati i LXX epigrammata rinvenuti a Bobbio nel 1493 con una silloge di 71 epigrammi tardoantichi conservata nel ms. Vat. lat. 2836, Augusto Campana ne affidò l’edizione critica a Franco Munari che la pubblicò nel 1955, ma riservò a sé l’indagine sulla tradizione degli epigrammi, alcuni dei quali, sotto il nome di Ausonio, avevano...
Leggi »

Sprichwörter

Da Cuoco a Weber. Contributi alla storia dello storicismo.II

Fulvio Tessitore

Lo storicismo è uno dei principali ambiti di ricerca di Fulvio Tessitore (si veda l’importante serie di Contributi pubblicati per le Edizioni di Storia e Letteratura). In questi due volumi l’Autore si concentra sullo storicismo italiano – da Cuoco a Croce, da De Sanctis a Leone Caetani – e poi sul suo rapporto con...
Leggi »

Wörterbuch

Da Cuoco a Weber. Contributi alla storia dello storicismo.I

Fulvio Tessitore

Lo storicismo è uno dei principali ambiti di ricerca di Fulvio Tessitore (si veda l’importante serie di Contributi pubblicati per le Edizioni di Storia e Letteratura). In questi due volumi l’Autore si concentra sullo storicismo italiano – da Cuoco a Croce, da De Sanctis a Leone Caetani – e poi sul suo rapporto con...
Leggi »

Chiusura del magazzino



Avvisiamo tutti i clienti che il nostro magazzino sarà chiuso dal 5/08 al 27/08 compresi. Gli ordini che arriveranno...
Otomix Donna Stingray fitness scarpe da uomo, diversi colori e dimensioni Nero

La parabola dei tre anelli. Incontro con l’autore a Bologna



Edizioni di Storia e Letteratura in collaborazione con il Museo Ebraico di Bologna e con la Comunità ebraica di...
Leggi »

Conferenza del solstizio a Santarcangelo di Romagna: Augusto Campana



Mercoledì 21 giugno 2017 alle ore 21 alla Biblioteca Comunale di Santarcangelo di Romagna verrà presentato il volume Augusto...
Leggi »

Donne, scrittura e libertà. Seminario al Salone di Torino



Giovedì 18 maggio alle ore 15.00 presso la Sala Romania del Salone Internazionale del Libro di Torino, si terrà...
Leggi »

L’Italia in scena. Incontro tra Claudio Longhi e Paolo Di Paolo



Domenica 23 aprile 2017 alle ore 11 nella Sala Grande del Teatro Verdi di Pordenone Claudio Longhi dialogherà con...
Leggi »

LE RISORSE NATURALI

Il territorio della Sardegna vede la presenza di un  ricco patrimonio di risorse naturali  caratterizzato da una pluralità di ambienti e paesaggi, da una grande ricchezza di specie (animali e vegetali) e di ecosistemi naturali e seminaturali. Gran parte di questo patrimonio si trova oggi inserito all’interno in un sistema di aree naturali protette, terrestri e marine, e di siti di interesse comunitario che formano la  SiouxEnsar Scarpe stringate Uomo Blu Blu oceano
 La Rete, con una superficie complessiva di circa 590.083 ettari, si compone di diverse  aree protette :

  • 5 Parchi di cui 3 Parchi nazionali (Arcipelago di La Maddalena, Golfo di Orosei e Gennargentu, Isola dell’Asinara) e 2 Parchi Naturali regionali (Molentargius - Saline e Porto Conte)
  • 5 Aree Naturali Marine protette (Penisola del Sinis - Isola del Mal di Ventre, Tavolara - Punta Coda Cavallo, Capo Carbonara, Isola dell’Asinara e Capo Caccia-Isola Piana)
  • 20 Monumenti Naturali

A ciò si aggiungono 107  siti di interesse comunitario  (circa il 20% del territorio regionale) di cui 92 per la tutela delle specie animali e vegetali (Siti di Interesse Comunitario) e 15 per la tutela dell’avifauna (Zone di Protezione Speciale).

Questo patrimonio riveste un  valore strategico  nell’ottica delle politiche di valorizzazione avviate dalla Regione Sardegna negli ultimi anni. Il vantaggio competitivo è rappresentato dalla capacità di queste risorse, se adeguatamente tutelate e valorizzate, di supportare funzioni di tipo ricreativo e culturale, di servizi e di attività economiche funzionali allo sviluppo economico dei territori e al miglioramento della qualità della vita delle popolazioni locali.

GRAND HOTEL TRIESTE & VICTORIA

VIA PIETRO D'ABANO, 1
35031 ABANO TERME PADOVA
+39.049.8665100
[email protected]


COL NAVIGATORE INSERIRE PIAZZA CORTESI COME INDIRIZZO DELL’HOTEL

SCRIVI UNA E-MAIL 
GB HOTELS ABANO